Magnetizzatore di grandi dimensioni

Project Detail

Un grande banco di condensatori per un grande magnetizzatore.

ESIGENZE DEL CLIENTE

Attualmente, il magnetismo è utilizzato in moltissime applicazioni industriali: si utilizzano materiali magnetici sempre più sofisticati e performanti che garantiscono elevate prestazioni con volumi e costi ridotti. Di contro, la procedura di magnetizzazione viene effettuata con diversi metodi a seconda del tipo di sostanza magnetica, della forma/dimensione del magnete, delle prestazioni che si vogliono ottenere. Un metodo molto utilizzato è quello “a scarica di condensatore” e può richiedere circuiti in grado di sviluppare elevatissime correnti. I materiali magnetici ad alta rimanenza (la rimanenza è il valore di magnetizzazione di un materiale ferromagnetico a campo magnetico esterno nullo) che avranno un ruolo importante nello sviluppo dei veicoli elettrici, si riescono a magnetizzare solamente applicando campi magnetici molto elevati e con andamento ben determinato. Un’ importante università giapponese sta effettuando degli studi per realizzare impulsi magnetici molto elevati, per magnetizzare magneti permanenti in Nd – Dy –Fe –B (Neodimio-Disprosio-Ferro-Boro) con un impianto speciale che può generare campi elevatissimi, fino a 33T con durata di 10ms, oppure 20T- 300ms. Per avere un’idea, il campo megnetico terrestre è di circa 10-5 T, il campo generato da una grossa calamita industriale è 0,01T.

SOLUZIONE ICAR

Il circuito utilizzato è schematizzato in figura, e chiaramente il “cuore” del sistema è il banco capacitivo: questo deve essere in grado di emettere una corrente estremamente elevata e con un andamento ben determinato, allo scopo di ottenere la curva di magnetizzazione, la rimanenza (che deve essere > 1T) e la coercitività (10T) desiderate. La coercitività è l’intensità del campo magnetico inverso che è necessario applicare ad un materiale per annullare la sua magnetizzazione, ed è un valore che indica la bontà di un magnete permanente: un materiale ad alta coercitività è detto “magneticamente duro”.

ICAR ha fornito i condensatori di “energystorage/rapiddischarge” per realizzare i banchi capacitivi. Sono stati fornite due tipologie di condensatori capaci di immagazzinare ciascuno 90kJ: o con una capacità di 50µF a 60kVdc o con capacità di 312,5µF a 24kVdc. La capacità totale installata nel sistema è pari a circa 0,1F, che è un valore davvero molto elevato.

condensatori-di-scarica

VANTAGGI

  • Ottenimento della curva di magnetizzazione desiderata.

Classe prodotto

Condensatori di scarica

Applicazioni

Laboratori di ricerca